Top
Logo Business VirtualExpo
Lead generation

Content marketing: 7 consigli per generare lead

303 visualizzazioni
Shared onLogo FacebookLogo TwitterLogo PinterestLogo Linkedin
Content marketing: 7 consigli per generare lead

Il content marketing è tra i migliori strumenti di cui dispone la vostra azienda per generare lead qualificati. Ma in cosa consiste una strategia di content marketing? E come implementarla? Ecco 7 consigli per creare contenuti efficaci per la lead generation.

Indice dei contenuti

Cos’è il content marketing?

Prima di passare ai consigli diamo uno sguardo alla definizione di content marketing. Di cosa stiamo parlando esattamente?

Noto anche come marketing dei contenuti, il content marketing consiste nel produrre e distribuire contenuti di valore che rispondano alle problematiche della cosiddetta target audience, ossia del pubblico di riferimento.

Più precisamente, la distribuzione di contenuti utili e pertinenti contribuisce ad aumentare la visibilità e la notorietà del marchio sia sui motori di ricerca che sui social network. Molto meno invasivo della pubblicità tradizionale, il content marketing è anche un ottimo modo per generare traffico web verso il sito aziendale.

Per raggiungere questi obiettivi possiamo servirci di più tipi di contenuti:

Il content marketing è tra i pilastri di qualsiasi strategia di inbound marketing, che si serve infatti dei contenuti per accompagnare i prospect in ogni fase del loro percorso di acquisto.

Il content marketing in numeri

Un rapporto di DemandMetric ha mostrato che il content marketing genera il triplo di lead rispetto a forme di marketing più tradizionali.

Aziende e professionisti d’altronde lo hanno capito da tempo. Secondo uno studio di HubSpot sull'evoluzione del marketing, più di 8 aziende su 10 dichiarano di ricorrere al content marketing nella loro strategia di lead generation.

A riprova del valore di questo tipo di strategia, quasi il 70% delle aziende investe nell'ottimizzazione del posizionamento naturale (SEO).

Il content marketing al servizio della lead generation

Come abbiamo appena visto, il content marketing è uno dei modi più efficaci per promuovere la propria azienda e i propri prodotti e per generare contatti commerciali.

Pubblicando contenuti pertinenti e di qualità, un marchio dimostra infatti di conoscere a fondo una determinata tematica e di capire le esigenze degli acquirenti. Ciò, a sua volta, rafforza la reputazione e notorietà del marchio e attira i potenziali clienti.

Il content marketing è anche un’eccellente soluzione per aumentare la visibilità aziendale e migliorare il posizionamento naturale (SEO). Scegliendo le parole chiave più pertinenti, un’azienda avrà infatti maggiori possibilità di apparire nei primi risultati di ricerca di Google e di attirare lead qualificati, ossia potenziali acquirenti particolarmente propensi a interessarsi ai prodotto e/o ai servizi proposti.

Ora vediamo insieme come implementare una strategia di successo.

7 consigli efficaci per generare lead

1. Fissa gli obiettivi della tua strategia

Per elaborare una strategia di vendita o di marketing che abbia successo è necessario, per prima cosa, fissare obiettivi precisi. Saltare questa tappa condurrà inevitabilmente a decisioni sbagliate.

Per definire i propri obiettivi è consigliabile adottare l’ormai famoso metodo SMART (dall’inglese Specific Measurable Achievable Relevant Time-bound). In sintesi, gli obiettivi di una campagna di content marketing devono essere:

  • specifici;
  • misurabili;
  • realistici;
  • pertinenti (o rilevanti, dall’inglese “relevant”) ;
  • definiti nel tempo.

2. Analizza il tuo pubblico di riferimento

Per creare contenuti rilevanti e per elaborare una strategia efficace, per prima cosa è necessario analizzare le esigenze dei potenziali clienti. Chi sono? Quali sono le loro aspettative?

Rispondere a queste domande significa identificare una cosiddetta marketing persona, o buyer persona. Studiando i dati a nostra disposizione, facendo ricerche approfondite sui forum e sui social e monitorando l’attività dei competitor non ci sarà difficile trovare degli argomenti da trattare.


3. Scegli bene le parole chiave

Per elaborare una strategia di content marketing che si rispetti è indispensabile prevedere quelle che saranno le query del pubblico target, ossia le ricerche su Google dei potenziali clienti. Questa tappa, che è al centro di qualsiasi strategia SEO, consiste nello scegliere le parole chiave che permetteranno di ottimizzare il posizionamento naturale dell’azienda.

Attenzione, però: cercare di posizionarsi su query molto competitive spesso è controproducente. Il nostro consiglio è quello di scegliere parole chiave estremamente precise, pertinenti e poco usate dalla concorrenza. Per riuscire in questo intento sarà necessario, ancora una volta, avere un’ottima conoscenza delle esigenze dei potenziali clienti.


4. Personalizza i tuoi contenuti

La personalizzazione dei contenuti è un pilastro delle strategie che riscuotono successo.

Anche all'interno di un pubblico di riferimento esistono spesso diversi sottogruppi, o segmenti, ognuno con esigenze proprie. Maggiore sarà la personalizzazione dei contenuti, più solidi saranno la relazione con il potenziale cliente e l’engagment di quest’ultimo.


5. Non trascurare l'aspetto visivo

La chiarezza dei testi, ossia dei contenuti editoriali, è una condizione necessaria al successo di una strategia di content marketing.

Tuttavia, anche gli elementi visivi svolgono un ruolo fondamentale: immagini, video e infografiche sono un ottimo mezzo per comunicare con i prospect. Il video, in particolare, è un formato a cui è ormai impossibile rinunciare, e lo prova il fatto che le visualizzazioni di contenuti video aumentano di anno in anno.


6. Utilizza i canali di distribuzione più adatti

Produrre contenuti di qualità è una cosa... sapere come distribuirli è un’altra! Un’azienda che si concentri esclusivamente sul processo creativo produrrà probabilmente contenuti di qualità... che, però, potrebbero non essere mai visualizzati.

Per raggiungere i potenziali clienti, infatti, creare contenuti non basta: è necessario anche valutare i canali a propria disposizione per distribuirli e scegliere quelli più adatti al pubblico target. L'email, ad esempio, è sicuramente tra i canali di comunicazione preferiti dalle aziende: il 77% di esse sostiene di raggiungere un tasso di coinvolgimento (engagement) più elevato quando la comunicazione con prospect e clienti avviene via email.


7. Migliora continuamente la tua strategia

Come dice il detto, Roma non è stata costruita in un giorno. Nessuna azienda è mai riuscita a progettare fin dall’inizio una strategia di lead generation vincente. Si tratta di un processo a lungo termine, in cui è quasi inevitabile commettere errori e in cui spesso, per trovare la formula vincente, è necessario ricominciare tutto da capo.

Implementare un processo di miglioramento continuo, che comprenda anche l'A/B testing, è sicuramente tra i migliori consigli che si possano dare in questo ambito. Metti alla prova la tua strategia per continuare a migliorarla!

Come misurare le prestazioni del content marketing attraverso il ROI?

Per valutare il successo di una strategia di marketing è essenziale determinarne il ROI, ossia il ritorno su investimento.

Per farlo, possiamo usare diverse metriche:

Questi cinque KPI (dall’inglese Key Performance Indicators) offrono una prima panoramica dei risultati ottenuti, ma il processo di analisi può essere affinato ulteriormente.

E, non dimentichiamo: a differenza della pubblicità a pagamento, una strategia di content marketing porterà i suoi frutti nel tempo! Inutile dunque aspettarsi dei risultati significativi fin dal primo articolo pubblicato su un blog.

Il content marketing, come abbiamo visto, fa parte di una strategia SEO che mira a generare traffico e lead. Forte di un’esperienza unica in materia di SEO, VirtualExpo propone diverse soluzioni in grado di generare traffico web e contatti qualificati.